Cina, dopo otto giorni oltre 100 minatori rivedono la luce

1' di lettura

Spettacolare salvataggio nel paese asiatico. 114 operai sono stati estratti vivi a una settimana dall'incidente, che ha provocato l'allagamento dell'impianto e che ha intrappolato 154 persone sotto terra

Per i soccorritori non c'è dubbio: il salvataggio dei 114 operai, dopo otto giorni in fondo alla miniera cinese di Wangjialing, è un miracolo. Il 28 marzo, infatti, a seguito d'un'inondazione, 153 minatori erano rimasti intrappolati nel giacimento di carbone, ubicato nella provincia settentrionale di Shanxi. La maggior parte dei sopravvissuti estratti vivi si trovavano su una piattaforma non sommersa dall'acqua, sulla quale i soccorritori avevano potuto pompare ossigeno attraverso un tubo e, successivamente, calare sacche di glucosio. Le squadre di soccorso sono attualmente impegnate nella ricerca e nel recupero dei restanti 39 minatori, ancora intrappolati a 250 metri di profondità.

Leggi tutto
Prossimo articolo