Nucleare iraniano, Ahmadinejad: “Non ci fermerete”

1' di lettura

Il presidente iraniano, in un intervento televisivo, ha ribadito la volontà del regime iraniano di non retrocedere di un passo dal loro programma nucleare. “Aumentate pure le sanzioni, non farete altro che rafforzare la nostra determinazione”

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha respinto la nuova richiesta degli Stati Uniti ad impegnarsi sul piano diplomatico per superare lo stallo sul nucleare, dicendo di non vedere cambiamenti nella politica ostile di Washington.
    
Parlando oggi all'inaugurazione di una fabbrica, Ahmadinejad ha detto che un messaggio del presidente Barack Obama del mese scorso conteneva "tre o quattro belle parole" ma nulla di nuovo nella sostanza.
   
 "Dicono: abbiamo teso la mano al popolo dell'Iran ma il governo dell'Iran e il popolo dell'Iran l'hanno respinta. Che mano ci avete teso?", ha detto Ahmadinejad in un discorso televisivo. "Cos'è cambiato? Le vostre sanzioni sono state tolte? La propaganda contro di noi è stata fermata? La pressione è stata alleggerita? Avete cambiato il vostro atteggiamento in Iraq, Afghanistan e Palestina?".
    
Dopo essere arrivato alla Casa Bianca, Obama ha dato segno di volersi impegnare con l'Iran se questo avesse "schiuso il pugno". Ma ora, accusando Teheran di avere respinto i tentativi di risolvere per via diplomatica la questione del suo programma nucleare, il presidente statunitense sta premendo sulle potenze internazionali per imporre nuove sanzioni Onu all'Iran.
    
L'Occidente ritiene che Teheran voglia dotarsi di armi nucleari, accusa che l'Iran respinge. Ahmadinejad ha ribadito che l'Iran potrebbe far fronte senza difficoltà a eventuali nuove sanzioni sulle importazioni di petrolio, e che anzi tali misure rafforzerebbero la determinazione del suo popolo.
   
 "Dovreste sapere che più siete ostili, più forte sarà l'incentivo per il nostro popolo, raddoppierà", ha detto il presidente iraniano. "Hanno detto: vogliamo sanzioni sul petrolio. Perché non le fate? Prima è meglio è".
    
Parlando poi dei raid aerei israeliani di ieri nella Striscia di Gaza, Ahmadinejad ha detto: "Una volta di più avverto i leader delle potenze arroganti e i sostenitori del regime sionista di non fare un nuovo errore in Medio Oriente, attaccare Gaza vi costerà troppo".

GUARDA ANCHE:

Tra un tiro a canestro e l’altro Obama parla dell’Iran

Israele, stati arabi favorevoli ad attaccare Iran
Nucleare, la Siria dice no agli Usa: "L’Iran ne ha diritto"
Iran, Frattini: "Via alle sanzioni"
Berlusconi: "Spero in forti sanzioni per l'Iran"
Nucleare iraniano, Obama: subito sanzioni
Gaza, Israele bombarda ancora e ferisce tre bambini

Leggi tutto