Gaza, Israele bombarda ancora e ferisce tre bambini

1' di lettura

Nuovi bombardamenti da parte degli elicotteri con la stella di David sulle roccaforti di Hamas nell’enclave palestinese. Il vice premier Silvan Shalom: “Se non cesseranno i lanci di razzi, siamo pronti ad una nuova Piombo fuso”

Sono almeno sette i raid aerei israeliani condotti ieri notte nella Striscia di Gaza. Tra i feriti anche due bambini.  A provocare la reazione l'intensificarsi dei lanci di razzi contro Israele da parte dei miliziani islamici che operano nella Striscia di Gaza in uno schema di botta e risposta che richiama la genesi della campagna militare contro gli estremisti islamici di Hamas a Gaza condotta da Israele nell'ambito dell'operazione "Piombo fuso" all'inizio dell'anno scorso.

Lo Stato ebraico ha minacciato un'offensiva militare su larga scala nella Striscia di Gaza se non si fermano i lanci di razzi dall'enclave palestinese controllata da Hamas verso il deserto del Negev. Il  vice-premier, Silvan Shalom è stato categorico: "Se non cessano i razzi contro Israele, dovremo intensificare il livello della nostra attività e aumentare le azioni contro Hamas".

Un monito lanciato poche ore dopo una notte di pesanti bombardamenti israeliani sulla Striscia di Gaza, che hanno causato tra l'altro il lieve ferimento di tre bambini palestinesi, colpiti da schegge di vetro. "Non vogliamo che i ragazzini spaventati debbano essere cresciuti nei rifugi e così, alla fine, saremo costretti a lanciare un'altra operazione militare. Speriamo di poterlo evitare, ma è una delle opzioni in campo -ha avvertito Shalom- e se non avremo scelta, la useremo nel prossimo futuro".

Durante le ultime settimane si è assistito a una recrudescenza di violenza nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania, un'escalation culminata con il violento scontro del 26 marzo (il peggiore dall'offensiva del 2009 “Piombo Fuso”) in cui sono morti due soldati israeliani oltre a due miliziani di Hamas. Finora Israele ha sempre risposto con attacchi sporadici, ma è sempre più concreto il timore di una nuova campagna militare, simile a quella che- all'inizio del 2009- causò la morte di 1.400 palestinesi, la gran parte civili, e 13 israeliani.

GUARDA ANCHE:


Israele:"Liquidare regime di Hamas"
I tank israeliani si ritirano da Gaza
Netanyahu sfida Obama: Gerusalemme non è una colonia
Ban Ki Moon a Israele: "Congelare la colonizzazione"
Razzo palestinese colpisce Israele, un morto
Gerusalemme, scontri tra polizia e palestinesi

Leggi tutto