Elezioni Afghanistan, Karzai: i brogli opera degli stranieri

1' di lettura

Dopo le critiche occidentali sulla correttezza delle votazioni arriva il contrattacco del presidente afghano: “Frodi commesse da Nazioni Unite,Unione europea e ambasciate straniere”

Le frodi massicce che sono state contestate ad Hamid Karzai nelle elezioni presidenziali afghane del 20 agosto sono state in realtà dalle Nazioni Unite, dall'Unione europea e dalle ambasciate. E' la tesi del presidente afghano. "Ci sono state frodi nelle elezioni presidenziali e provinciali senza dubbio massicce ma non sono state commesse dagli afghani bensì dagli stranieri", ha detto Karzai accusando l'Ufficio del vice rappresentante della missione Onu e il capo della missione degli osservatori Ue.

Guarda anche:
Afghanistan: un voto, un dito. LE FOTO
Afghanistan: il voto a dorso di mulo.FOTOGALLERY
Obama a Kabul, visita a sorpresa. FOTOGALLERY

Leggi tutto