Preti pedofili, il New York Times contro Ratzinger e Bertone

1' di lettura

Il Papa e il cardinal Bertone, quando erano prefetto e segretario dell'ex Sant'Uffizio, non avrebbero allontanato dalla Chiesa il reverendo Murphy, accusato di aver abusato di 200 bambini sordi. Sit in delle vittime in piazza San Pietro

Non accenna a placarsi l'affaire dei preti pedofili, che dall'Irlanda alla Germania sta mettendo alla prova la Chiesa cattolica. A dare fuoco alle polveri è intervenuto, questa volta, il New York Times, che ha riaperto il caso del reverendo Lawrence Murphy, tirando in ballo Benedetto XVI e l'attuale cardinale segretario di Stato. Secondo il quotidiano  newyorkese Joseph Ratzinger e Tarcisio Bertone, quando erano rispettivamente prefetto e segretario della congregazione per la Dottrina della Fede, non sarebbero intervenuti per allontanare dalla Chiesa il sacerdote di Milwaukee, accusato di aver molestato almeno 200 bambini sordi, nonostante gli avvertimenti arrivati in proposito da vari vescovi americani.

Sulla scorta di una presunta corrispondenza interna tra i vescovi del Wisconsin e Ratzinger, il NYT sostiene che la priorità maggiore in quel momento sarebbe stata quella di proteggere la Chiesa dallo scandalo. Il sacerdote non ricevette punizioni né sanzioni, ma fu trasferito in segreto in varie parrocchie e scuole cattoliche fino alla morte, avvenuta nel 1998.

L'articolo del NYT ha sollevato, com'era immaginabile, un autentico polverone. Nella mattinata del 25 marzo due americani, vittime d'abusi, hanno volantinato contro il Papa a piazza San Pietro.

Nel frattempo sull'attacco del New York Times è prontamente intervenuto padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, che in un comunicato ufficiale ha dichiarato che la Congregazione della Dottrina della  Fede fu informata dei fatti solo vent'anni dopo e, soprattutto, quando le indagini giudiziarie erano già terminate. Al riguardo padre Lombardi ha specificato che il dicastero fu interpellato sulla questione "perché essa coinvolgeva l'adescamento nel confessionale, che è una violazione del sacramento della Penitenza. E' importante notare che la questione canonica sottoposta alla Congregazione non era collegata a nessuna potenziale procedura civile o penale contro il reverendo Murphy".
Secondo il direttore della sala stampa l'invocato allontanamento di Murphy dalla Chiesa, di cui ha parlato il quotidiano e che corrisponde alla canonica dimissione dallo stato clericale, non si sarebbe verificato perché il codice di Diritto canonico "non prevede punizioni automatiche". Anzi, la stessa Congregazione della Dottrina della Fede avrebbe insistito presso l'arcivescovo di Milwaukee perché impedisse l'esercizio del pubblico ministero al sacerdote, inducendolo "ad assumersi piena responsabilità dei gravi atti commessi". Murphy morì però quattro mesi dopo questo specifico intervento del dicastero.

Più tardi è arrivata anche la replica dell'Osservatore Romano: "La Congregazione della Dottrina dela Fede rispose attraverso l'arcivescovo Bertone invitando l'ordinario di Milwaukee a esperire tutte le misure pastorali previste dal canone 1341 per ottenere la riparazione dello scandalo e il ristabilimento della giustizia". Così il giornale in risposta alle accuse del New York Times sul casdo del sacedote pedofilo Lawrence Maurphy, sottolinenando che tali finalità "vengono ribadite dal Papa, come dimostra la recente Lettera passtorale ai catatolici d'Irlanda". Fatti che vengono però ignorati dai media, la cui "tendenza prevalente" è quella di "forzare le interpretazioni al fine di diffondere un'immagine della Chiesa quasi fosse l'unica responsabile degli abusi sessuali: immagine che non corrisponde alla realtà".

Guarda anche:
Benedetto XVI accetta le dimissioni di Magee
Preti pedofili, Berlusconi: “Dal Papa risposta efficace”
Preti pedofili, il Papa: sarete puniti da Dio e dagli uomini
Esplode anche in Olanda lo scandalo dei preti pedofili
Preti pedofili: Chiesa irlandese aiuterà i giudici
Papa: "rabbia e vergogna per i casi di pedofilia in Irlanda"
Papa: "I preti pedofili allontanano dalla Chiesa"
Pedofilia, Bertone: Riconoscere colpe per nuova rinascita
Papa: diritti dei minori violati anche nella Chiesa

Leggi tutto