Sanità, Usa a un passo dalla riforma voluta da Obama

1' di lettura

La Casa Bianca ha raggiunto un accordo con i democratici antiabortisti che dovrebbe permettere a Barack Obama di avere alla Camera i 216 voti necessari per l'approvazione

OBAMA, UN ANNO ALLA CASA BIANCA SU FLICKR. GUARDA LE FOTO

BARACK OBAMA: L'ALBUM FOTOGRAFICO


L'approvazione della riforma sanitaria Usa è certa. La Casa Bianca ha raggiunto un accordo con i democratici antiabortisti guidati da Bart Stupak e questo dovrebbe permettere a Barack Obama di avere alla Camera i 216 voti di cui ha bisogno per ottenere il varo della riforma.

La Casa Bianca ha reso noto che il presidente provvederà a riaffermare il bando all'uso di fondi federali per le iniziative a sostegno dell'aborto come richiesto dagli uomini di Stupak e questo ha permesso al deputato di annunciare pubblicamnete che voterà sì alla riforma.

La riforma, se approvata, introdurrà nel sistema sanitario americano i più grandi cambiamenti dal 1965, quando fu creato il programma sanitario governativo Medicare per anziani e disabili. La legge estenderà la copertura sanitaria a 32 milioni di persone non assicurate, coprendo il 95% degli americani, e fermerà pratiche come il rifiuto dell'assicurazione a chi è già malato.

Guarda anche:

Obama: mutua per 31 milioni di americani non assicurati
Riforma della sanità: il Senato fa un regalo a Obama
Sanità Usa, primo sì alla riforma Obama
Riforma sanità, Obama: abbassare la voce e ascoltarci
La riforma della sanità divide l'America

Leggi tutto