Cile, paura senza fine. Nuova forte scossa

1' di lettura

La terra trema ancora nel paese colpito dal sisma lo scorso 27 febbraio con una nuova scossa di magnitudo 6.7. Non si hanno notizie di vittime. Danni alle rete elettrica e telefonica, in particolare quella mobile

TERREMOTO IN CILE, LO SPECIALE
L'ALBUM FOTOGRAFICO
LE IMMAGINI DELL'ESERCITO A CONCEPCION

Una violenta scossa di assestamento, 6,7 gradi di assestamento della scala Richter, ha seminato nuovamente il terrore nelle città cilene di Concepcion e Talcahuano, due delle più pesantemente colpite dal sisma dello scorso 27 febbraio. Non si sono comunque registrati danni né vittime.

Secondo il Servizio Geologico degli Stati Uniti, il sisma è avvenuto alle 23:22 (quando in Italia erano le 03:22 della notte) e l'epicentro è stato localizzato a 75 chilometri a nord-ovest di Concepcion, la seconda città più popolata del Paese, 520 chilometri a sud di Santiago. Non è stato emanato un allerta tsunami, ma secondo i media locali, nella zona è saltata la somministrazione di energia elettrica e si sono interrotte le comunicazioni con i telefoni cellulari.

La replica registrata nella notte è una delle pù forti delle ultime due settimane, insieme a quella dello scorso 11 marzo, il giorno dell'investitura presidenziale di Sebastian Pinera, che fece fermare i sismografi a 6,9 gradi di intensità. 

Leggi tutto