New York bloccata dalla neve

1' di lettura

Il nord est degli Stati Uniti è completamente imbiancato. In New Hampshire un quarto di milione di famiglie sono rimaste senza elettricità. Scuole chiuse nella Grande Mela

Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza luce per una forte nevicata che ha colpito il nord est degli Stati Uniti provocando la chiusura delle scuole in centinaia di distretti tra cui tutte quelle della città di New York.

Il sistema meteorologico - il terzo quest'inverno che ha provocato forti nevicate lungo la costa Atlantica degli Stati Uniti - dovrebbe depositare mezzo metro di neve sulle strade della Grande Mela.
Il comune di New York ha invitato i cittadini a evitare i parchi dopo che un uomo, un ispanico di Brooklyn sulla cinquantina, è rimasto schiacciato e ucciso dalla caduta di albero a causa della neve. L'incidente è avvenuto giovedì all'altezza della Fifth Avenue all'incrocio con la 67esima strada.
Altri rami di albero imbevuti di neve e di ghiaccio sono caduti una decina di isolati più a nord provocando la chiusura di alcune strade.

A New York nevica da giovedì mattina, ma anche altre aree del Nord Est sono rimaste pesantemente colpite: in New Hampshire un quarto di milione di famiglie sono rimaste senza elettricità.

Nello stato di New York hanno perso la luce 225.000 persone per lo più nella valle dell'Hudson, ha detto James Denn, un portavoce della New York State Public Service Commission. Per altre decine di migliaia tra Massachusetts, Maine, Pennsylvania e New Jersey e Vermont potrebbero volerci giorni prima che le cose tornino normali.

Il sindaco Michael Bloomberg ha deciso di chiudere le scuole della città all'alba di stamattina, quando si è svegliato e ha constatato che le condizioni per gli spostamenti in città erano pericolose, regalando a un milione di studenti del distretto scolastico alcune preziose ore di sonno. Inevitabili i disagi negli aeroporti con mille voli cancellati solo ieri nei tre scali newyorchesi di Newark, JFK e La Guardia.


Leggi tutto