Afghanistan, McChrystal si scusa per le vittime civili

1' di lettura

Il generale americano che guida la missione Nato: "Siamo profondamente dispiaciuti per la tragica morte di persone innocenti". Secondo un’organizzazione indipendente sarebbero mille i soldati statunitensi morti dall’inizio del conflitto otto anni fa

Dolore e sconcerto per l'ennesima strage di civili in Afghanistan. Il governo di Kabul ha confermato che 27 persone sono state uccise per errore, ieri, in un raid della Nato nella provincia centrale di Uruzgan. I caccia della coalizione hanno fatto fuoco su un convoglio con donne e bambini, scambiandolo per un gruppo di ribelli mentre si avvicinava a un'unità della Nato. Immediate le scuse del comandante in capo generale Stanley McChrystal, che ha definito il bombardamento “un tragico errore” dovuto alla confusione fra civili e rinforzi taleban.

Guarda anche:
Sono mille i soldati Usa morti nella guerra in Afghanistan
La Russa: “Vogliamo conquistare il cuore degli afghani”
Afghanistan, raid Nato fa strage di civili
Frattini: italiani in Afghanistan pronti a combattere
L'offensiva nell'Afghanistan meridionale della Nato. Tutte le foto 

Leggi tutto