Haiti, la più grave catastrofe del XXI secolo

1' di lettura

Una stima non ancora ufficiale presenta un conto miliardario per la ricostruzione della capitale haitiana distrutta dal terremoto del 12 gennaio scorso:14miliardi di dollari. E a oltre un mese dal disastro non esiste una stima ufficiale delle vittime

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti


Le stime per la ricostruzione di Haiti, per adesso solo parziali, ammonterebbero intorno ai 14 miliardi di dollari. A darne notizia è la Banca Interamericana per la Sviluppo. Intanto non si riesce ancora ad avere un calcolo esatto delle vittime del sisma. Secondo alcune fonti sarebbero tra le 200 e le 250mila le persone morte a causa del terremoto del 12 gennaio scorso.

Con queste cifre il sisma nell’isola caraibica assume il triste primato di catastrofe naturale più grave del XXII secolo.  E il futuro non si presenta molto roseo. L’esperienza dice che per le popolazioni colpite da disastri di queste proporzioni il reddito procapite, nel decennio successivo, è sceso del 30%.
Intanto si moltiplicano le iniziative per il paese: una marcia di un'ottantina di aderenti all'associazione nazionale degli artisti haitiani ha sfilato per le vie di Port au Prince in ricordo degli artisti deceduti a causa del terremoto.   

E la Regione Lombardia ha annunciato il suo sostegno all'Agenzia Scalabriniana per la cooperazione allo sviluppo che vuole ristrutturare alcuni locali di una clinica di Port-au-Prince sconvolta dal sisma. Si tratta di un finanziamento di 50.000 euro, che consentirà di riattivare la clinica e rendere operativi degli spazi per la distribuzione di aiuti alimentari.

GUARDA ANCHE:



Un aiuto per la popolazione colpita dal sisma
Haiti, solidarietà dal web. Ma attenzione ai bluff

Leggi tutto