Frattini: preoccupato per la situazione in Libia

1' di lettura

La Libia ha chiuso le frontiere agli europei dopo che la Svizzera ha impedito al colonnello Gheddafi e ad atri libici l'ingresso nell'area Schengen

"La soluzione va individuata a livello comunitario e l'Italia ha suggerito all'Unione europea di effettuare un passo su entrambe le capitali per cercare di trovare di comune accordo una soluzione tecnica al problema". E' quanto afferma il ministro degli Esteri, Franco Frattini, dopo che la Libia ha chiuso le proprie frontiere agli europei in reazione alla decisione della Svizzera di impedire a 186 personalita' libiche, tra cui lo stesso Gheddafi, l'ingresso nell'area Schengen perche' ritenute "pericolose per la sicurezza"."Avevo chiesto prodenza alla Svizzera- prosegue il titolare della Farnesina - la decisione di Berna prende in ostaggio tutti i Paesi Shengen per risolvere una questione bilaterale che dobbiamo risolvere ma non a spese dell'Italia". 

Guarda anche:
Libia, sospesi visti di ingresso per i cittadini Ue
Onu, Gheddafi show: Il Consiglio di Sicurezza fa terrorismo

Leggi tutto