Afghanistan, offensiva Nato per strappare il Sud ai talebani

1' di lettura

Marines e soldati afghani lanciano l'offensiva nella provincia meridionale di Helmand, roccaforte degli studenti coranici dove è concentrata la maggior parte delle piantagioni di papaveri da cui si ricava l'oppio

Le truppe della Nato guidate dagli Stati Uniti, con l'appoggio delle forze afghane, hanno lanciato un'imponente offensiva contro la roccaforte talebana di Marjah, nella provincia di Helmand, la piu' violenza de Paese e sono state ingaggiate rapidamente in un violento conflitto a fuoco con i talebani. L'attacco, il primo da quando Barack Obama ha inviato 30.000 soldati di rinforzo in dicembre e la piu' imponente offensiva militare dalla caduta del regime nel 2001, segna l'inizio della campagna per imporre il controllo del governo afghano nella turbolenta provincia meridionale, prima che le truppe di Washington inizino a ritirarsi nel 2011.

Guarda anche:
Afghanistan, tre minuti per dire "perché è importante"
Attentato a Kabul, strage di italiani

Leggi tutto