Guantanamo, via al processo al baby terrorista

1' di lettura

Il ministro americano della giustizia ha deciso di processare Omar Khadr, bambino soldato catturato in Afghanistan nel 2002 e accusato di terrorismo e di aver ucciso un militare Usa. Omar all’epoca dei fatti aveva 15 anni

Omar Khadr è il più giovane detenuto di Guantanamo e aveva 15 anni quando fu catturato nel 2002 dopo aver ucciso un soldato americano in Afghanistan. A luglio verrà processato davanti ad un tribunale militare nella  base americana a Cuba, ma il suo caso - scrive il Washington post - sta trascinando l'amministrazione Obama in un acceso dibattito sull'opportunità di processare un uomo per fatti commessi quando era di fatto un “soldato-bambino”.

Khadr non aveva ancora dieci anni nel 1996 quando i suoi genitori, lui egiziano e lei palestinese, lasciarono il Canada con i figli per raggiungere un campo di addestramento in Afghanistan. Il 27 luglio 2002, il ragazzino si trovava in una base d'insorti nell'Afghanistan meridionale, circondata da un'unità delle Forze speciali americane. Quando gli  insorti rifiutarono di arrendersi e uccisero due soldati afghani, gli americani fecero bombardare la base, che si ridusse ad un cumulo di  macerie. Rimase vivo solo Khadr che, seppur colpito al petto, riuscì ad uccidere un soldato americano e a ferirne un altro con due bombe a  mano, prima di venir catturato e spedito a Guantanamo.

"La posizione dell'Onu è che i minori non devono essere perseguiti per crimini di guerra", dichiara Radhika Coomaraswamy,  rappresentante speciale Onu per i minori e i conflitti armati. Mentre  David Crane , ex procuratore capo del tribunale internazionale per i  crimini di guerra in Sierra Leone, ha sottolineato di non aver voluto  incriminare nessuno per reati commessi sotto i 18 anni anche se  avrebbe potuto farlo.

Il ministro americano della Giustizia, Eric Holder, da parte sua, ha stabilito che Khadr sia uno dei prigionieri di Guantanamo processati davanti ad un tribunale militare e l'amministrazione americana si trincera dietro il fatto che il diritto internazionale non vieta esplicitamente di  processare minori per crimini di guerra. Ma la storia personale e  l'età di Khadr pongono molti dubbi sul fatto che possa essere considerato pienamente responsabile per i fatti che gli vengono  contestati.


GUARDA ANCHE:

The Times: In Yemen 11 ex detenuti di Guantanamo
Obama sposta Guantanamo sulle rive dell'Illinois
11 settembre, Holder:chiederemo la pena di morte
Guantanamo, il Congresso approva processi sul territorio Usa
Guantanamo, ancora 220 detenuti rinchiusi

Leggi tutto