Haiti, estratto vivo un mese dopo il sisma

1' di lettura

Un miracolo si è verificato nell’isola caraibica. Un uomo, sembra un commerciante di riso, è stato estratto vivo dalle macerie del mercato della capitale haitiana 27 giorni dopo il Sisma. L’uomo è stato ricoverato presso un ospedale da campo Usa

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Un uomo di 28 anni è stato estratto vivo dalle macerie a Port-au-Prince, 27 giorni dopo il sisma che ha devastato Haiti il 12 gennaio. Lo riferisce la Cnn. Il  sopravvissuto, Evan Muncie, è stato portato ad un ospedale da campo  americano da alcune persone che hanno detto di averlo trovato mentre rovistavano fra i resti del mercato, ha raccontato il dottor Mike Connelly.

Il sopravvissuto, che al mercato vendeva riso, ha riferito che all'inizio qualcuno gli aveva portato dell'acqua mentre era sepolto dalle macerie. Ma l'uomo, disidratato ed emaciato, è in stato confusionale e non ha saputo dire altro. I medici, che non si spiegano come abbia potuto sopravvivere tanto tempo, si chiedono se l'uomo non  sia stato inizialmente in grado di procurarsi da solo almeno qualche  liquido. Il governo di Haiti ha dichiarato chiusi gli sforzi per la  ricerca di sopravvissuti il 23 gennaio, ma persone sono state estratte vive dalle macerie fino al 27 dello stesso mese.


Leggi anche:

Un aiuto per la popolazione colpita dal sisma

Haiti, solidarietà dal web. Ma attenzione ai bluff

Leggi tutto