Usa, la Palin alla convention degli “anti”

1' di lettura

Si chiamano “Tè Party” e sono un movimento che si rifa alla rivolta del tè contro gli inglesi. Partito conservatore di destra a cui la governatrice dell’Alaska, con l’M16 a tracolla, piace molto. Il primo passo per un movimento Anti Obama?

"Io credo in questo movimento, l'America è pronta per una nuova rivoluzione": con queste parole Sarah Palin si è rivolta alla convention del "Tea Party", a Nashville, che le ha tributato lunghi applausi e una standing ovation. L'ex candidata repubblicana alla vicepresidenza si è rivolta ai 600 "patrioti" del movimento di destra anti-tasse, anti-immigrati e anti-aborto definendoli "il futuro della politica americana" ed esortandoli a lottare insieme contro le politiche di Barack Obama.

Non è stata un'investitura, perché il movimento che si richiama alla rivolta anti-inglese del tè resta diffidente verso l'establishment politico e la stessa Palin lo ha invitato a mantenere la sua indipendenza. "Siete troppo intelligenti per finire con l'appoggiare uno dei due partiti, le loro macchine burocratiche sono terrorizzate da voi, come avete vinto in Massachussets, potrete vincere ovunque", ha dichiarato l'ex governatrice dell'Alaska guardando a un anno di appuntamenti elettorali che culminerà nelle elezioni di medio termine a novembre. L'urlo "We want Sarah" riecheggiato nel centro congresso del Gaylord Hotel, ha però chiarito chi potrebbe essere la futura candidata del movimento per la Casa Bianca.


GUARDA ANCHE:

TUTTE LE NOTIZIE SU SARAH PALIN

Leggi tutto