La nuova rivelazione di Alì Agca: Emanuela Orlandi è viva

1' di lettura

A Istanbul colloquio fra il fratello della ragazzina sparita nel 1983 e l'ex Lupo grigio che sparò a Giovanni Paolo II. "Tornerà presto a casa"

Il Lupo grigio torna a parlare. "Emanuela Orlandi è viva e presto tornerà a casa", lo ha assicurato al fratello della cittadina vaticana, scomparsa dal giugno del 1983, Pietro Orlandi, Mehmet Alì Agca, l'attentatore di Giovanni Paolo II, tornato da poco in libertà. La fonte è il quotidiano Sabah. Orlandi ha voluto incontrare l'ex lupo grigio. A Istanbul, in 40 minuti di colloquio, il turco ha rivelato: "L'hanno rapita per ottenere la mia liberazione, ma io non sono responsabile del rapimento. Posso mettermi in contatto con i rapitori". "Emanuela è viva e questo te lo posso garantire. Può trovarsi in Francia o in Svizzera dove abita in una villa lussuosa. La troveremo insieme. Ho prove precise in mano. Ti darò dei documenti così importanti che saranno costretti a lasciare libera Emanuela. Spero che lei tornerà casa proprio prima del prossimo mese di giugno", queste le rivelazioni fatta a Pietro Orlandi sulla sorella.

Leggi anche:
Alì Agca, scarcerato il lupo grigio che sparò al Papa

Leggi tutto