Usa, Obama rinuncia alla luna

1' di lettura

Troppo lontana, troppo costosa, inutile. Barack Obama intende abbandonare la missione "Costellation" quella per tornare sulla luna. Pronto il rifinanziamento del budget della Nasa ma non per il programma

Barack Obama è pronto a buttare nel cestino il sogno di tornare sulla Luna per spingere la Nasa a concentrarsi su questioni più 'terrene' come il surriscaldamento globale. Secondo le indiscrezioni pubblicate da due quotidiani della Florida, nel bilancio 2011 che il presidente sottoporrà al Congresso si suggerisce di abbandonare l'impresa e dedicare i fondi allo sviluppo di servizi commerciali per trasportare astronauti alla Stazione spaziale internazionale.Nonostante l'appello a congelare le spese discrezionali, secondo il "Florida Today" e l'"Orlando Sentinel" Obama vuole aumentare il bilancio dell'Agenzia di sei miliardi di dollari.
 
Una cifra che comunque non basterebbe a finanziarie il programma 'Constellation' lanciato da George W. Bush nel 2004 dopo il disastri del Columbia e la chiusura del programma shuttle. 'Constellation' prevedeva il ritorno dell'uomo sulla Luna entro il 2020 e la colonizzazione del satellite per usarlo come base di lancio per le missioni verso Marte. Tuttavia, secondo la commissione Augustine - un gruppo di esperti indipendenti che esamino' il programma per conto di Obama - non furono accantonati fondi a sufficienza. La priorita' verra' ora data al programma di trasporto di astronauti e merci verso l'Iss, in considerazione del fatto che da settembre di quest'anno tutti gli shuttle resteranno a terra e che in attesa di una soluzione alternativa saranno utilizzate le Soyuz russe.

Leggi tutto