Karzai: "Mano tesa ai non terroristi"

1' di lettura

Londra, il presidente vuole coinvolgere i talebani meno estremisti e quelli non legati ad Al Qaeda in un progetto di pacificazione dell'Afghanistan. Appello alla comunità internazionale: "Ci servono aiuti per 10-15 anni"

Il presidente afghano Hamid Karzai ha detto che ''tende la mano'' ai suoi ''fratelli disillusi'' che non sono ''membri di al-Qaeda o di un'altra organizzazione terroristica''. Lo ha detto il presidente Karzai nel suo intervento all'apertura della Conferenza sull'Afghanistan a Londra. ''Dobbiamo raggiungere tutti i nostri connazionali, soprattutto quelli che non sono membri di al-Qaeda o di altre reti terroristiche'', ha detto Karzai presentando il suo piano di ''riconciliazione'' con i talebani non terroristi per tentare di realizzare un piano in grado di fornire la sicurezza al Paese.

Leggi anche:
Trattare con i talebani per salvare l'Afghanistan
Afghanistan, rinviate le elezioni parlamentari
Afghanistan, Kabul sotto attacco dei talebani
Afghanistan, italiani sotto attacco per 72 ore
Afghanistan: uccisi 8 agenti della Cia

Leggi tutto