Haiti, sopravvissuto dopo 12 giorni sotto le macerie

1' di lettura

A due settimane dal devastante sisma un uomo di 35 anni è stato salvato dai militari americani. Una nuova, forte, scossa di terremoto fa tremare l'isola. Intanto rientra l'ipotesi di dimissioni di Bertolaso dopo la polemica con gli Usa

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Due settimane dopo il terremoto, a Port-au-Prince un uomo è stato estratto vivo dalle macerie. Un nuovo miracolo avvenuto due giorni dopo la fine ufficiale delle richerche dei sopravvissuti. Un legame con la vita per il Paese devastato dal sisma che si stima abbia provocato 350 mila morti. Un momento di gioia in una situazione drammatica in cui mancano ancora 200 mila tende per alleviare le sofferenze di un milione di sfollati.

Intanto la polemica tra Italia e Stati Uniti generata dalle parole del capo della Protezione civile Guido Bertolaso sul coordinamento degli aiuti ad Haiti continuano a tenere banco. Con una nota ufficiale Palazzo Chigi parla di generoso e significativo intervento americano, chiudendo così le tensioni con Washington. E per alcune ore era circolata l'ipotesi di dimissioni per il capo della Protezione civile, ipotesi poi rientrata dopo un incontro a Palazzo Chigi tra Berlusconi e Bertolaso.

Guarda anche:
Haiti, militari schierati contro violenze e saccheggi
Scontri per il cibo, i caschi blu usano i lacrimogeni
Castro, i marines occupano l'isola
Salvo dopo 11 giorni. Il video del salvataggio di un 24enne
Haiti, l'isola dei bimbi schiavi
Haiti, Travolta arriva sull'isola

Leggi tutto