Haiti, Clinton: profondamente offesa da critiche straniere

1' di lettura

Continua la polemica dopo le accuse mosse alla macchina degli aiuti Usa. Berlusconi difende gli Stati Uniti e invita a evitare affermazioni che innescano polemiche

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Il segretario degli Stati Uniti Hillary Clinton ha detto di essere rimasta ''profondamente ferita'' dalle critiche rivolte ai soccorsi statunitensi ad Haiti.

Nel frattempo il presidente del Consiglio Berlusconi è intervenuto sulla vicenda. Sul sisma ad Haiti "la risposta è stata rapida, ma senza il generoso e significativo intervento degli Stati Uniti sarebbe stato tutto assai più difficile. In situazioni critiche come questa, è purtroppo inevitabile che sorgano serie difficoltà nell'assicurare un efficace coordinamento degli aiuti. Resto tuttavia convinto che in questi casi sarebbe opportuno evitare dichiarazioni che possano involontariamente innescare polemiche, partendo dall'assunto che tutti sono impegnati in buona fede ad aiutare la popolazione di Haiti": lo afferma il premier Silvio Berlusconi in una dichiarazione.

Guarda anche:
Caos aiuti ad Haiti, duello tra la Clinton e Bertolaso
Scontri per il cibo, i caschi blu usano i lacrimogeni
Castro, i marines occupano l'isola
Salvo dopo 11 giorni. Il video del salvataggio di un 24enne
Haiti, l'isola dei bimbi schiavi
Haiti, Travolta arriva sull'isola

Leggi tutto