Haiti, potrebbe aggravarsi il bilancio delle vittime

1' di lettura

Non si scava più nell'isola colpita, il 12 gennaio scorso, da un rovinoso sisma. Cresce, nel frattempo, il timore che possano essere 350mila le persone morte sotto le macerie

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

A dodici giorni dal sisma, che ha colpito Haiti, sono cessate le operazioni di scavo, ma adesso si teme che le vittime possano essere addirittura 350mila. Sono, invece, circa 800mila i sinistrati, che vivono in accampamenti o insediamenti di fortuna a Port-au-Prince, mentre sono oltre 235mila quelli che hanno lasciato la capitale verso altre località dell'isola. I ministri degli Esteri della Ue hanno, intanto, approvato l'invio di una forza speciale ad Haiti, che conterà oltre 300 gendarmi. I contributi maggiori arriveranno da Italia e Francia.

Guarda anche:
Scontri per il cibo, i caschi blu usano i lacrimogeni
Castro, i marines occupano l'isola
Salvo dopo 11 giorni. Il video del salvataggio di un 24enne
Haiti, l'isola dei bimbi schiavi

Leggi tutto