Baghdad, tre esplosioni seminano terrore e morte

1' di lettura

La capitale irachena nuovamente insanguinata per alcune violente deflagrazioni, che hanno colpito a catena il quartiere degli alberghi e la green zone. Secondo un primo bilancio sarebbero almeno trentuno i morti e venticinque i feriti

Baghdad ripiomba nel terrore dopo tre fortissime esplosioni di autobomba, verificatesi tra il quartiere degli alberghi e la green zone. Le deflagrazioni si sono succedute con alcuni minuti di intervallo tra enormi nuvole di fumo. La prima autobomba ha colpito via Abu Nawas, dove si trova lo Sheraton. La seconda esplosione ha, invece, interessato l'hotel Babel, ubicato nella zona verde, mentre la terza l'hotel Meridian. Secondo un primo bilancio fornito, sotto condizione di anonimato, dai responsabili della polizia irachena e dal ministero della Difesa, sarebbe di almeno trentuno morti e venticinque feriti il primo bilancio delle vittime. Le esplosioni sono avvenute a meno di due mesi dalle elezioni legislative, nonostante il rafforzamento delle misure di sicurezza a Baghdad dopo i sanguinosi attentati di agosto. 
 

Leggi tutto