Scontri per il cibo, i caschi blu usano i lacrimogeni

1' di lettura

Tensione durante la distribuzione degli aiuti a Port au Prince. Gli uomini dell'Onu devono gestire la gestione degli aiuti umanitari

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Momenti di tensione nella capitale haitiana Port au Prince durante la distribuzione di cibo e aiuti. Le truppe delle Nazioni unite hanno sparato colpi d'avvertimento e lanciato gas lacrimogeni per riportare la calma. I caschi blu devono vigilare su centinaia di personoe che non mangiano da giorni. Molti sono in fila da ore e quando si avvicina il tramonto rischiano di non riuscire ad afferrare neppure un pò di riso. Basta pochissimo per far scoppiare scontri tra disperati.

Guarda anche:

Haiti, il governo italiano verso corsia preferenziale adozioni
Haiti, l'isola dei bimbi schiavi
Haiti, Bertolaso: manca coordinamento negli aiuti

Leggi tutto