Haiti, il governo verso corsia preferenziale per le adozioni

1' di lettura

Il Consiglio dei ministri ha dato mandato al sottosegretario Giovanardi di verificare la possibilità di individuare una corsia preferenziale per le richieste di bambini haitiani una volta accertato dalle autorità locali lo stato di adottabilità

VAI ALLO SPECIALE

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA


TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

Accelerare le adozioni  internazionali in riferimento alle conseguenze determinate dal  terremoto ad Haiti. Lo ha deciso questa mattina il Consiglio dei  Ministri. "Nella dolorosa e drammatica vicenda del sisma di Haiti, il Consiglio dei Ministri - riferisce il comunicato emesso al termine della riunione - ha discusso e concordato circa l'opportunità di semplificare ed accelerare le procedure di autorizzazione alle adozioni internazionali ed ha dato mandato in tal senso al ministro  per le Pari opportunità, Mara Carfagna, ed al sottosegretario delegato alle Politiche per la famiglia, Carlo Giovanardi".

"Nella riunione - puntualizza un successivo comunicato a parziale rettifica e chiarimento - il sottosegretario Giovanardi ha illustrato le misure adottate dalla commissione Adozioni internazionali, da lui presieduta, a favore dei bambini haitiani colpiti dal recente tragico terremoto. In tale occasione ha rappresentato che l'Italia è il Paese leader nel mondo per le adozioni internazionali, per la serietà  e l'affidabilità delle norme e delle procedure con le quali le coppie italiane adottano, ogni anno, circa 4.000 bambini provenienti da oltre 62 Paesi stranieri".
"Il Consiglio dei Ministri ha dato, dunque, mandato al sottosegretario Giovanardi di verificare la possibilità di individuare una corsia preferenziale per le eventuali richieste di adozione dei bambini haitiani una volta accertato dalle istituzioni haitiane il loro stato di adottabilità" conclude il comunicato.


Guarda anche:
Giovanardi a SKY TG24: "Ecco come aiutare i bambini orfani"
Terremoto ad Haiti, tante le coppie che chiedono di adottare un  bambino

Leggi tutto