Obama, anniversario amaro: il seggio di Kennedy va a Brown

1' di lettura

Il repubblicano Scott Brown ha vinto l’elezione per il seggio del Massachusetts al Senato, appartenuto a Ted Kennedy per più di mezzo secolo. Un voto che mette a rischio la riforma della Sanità e che arriva a un anno esatto dall'insediamento di Obama

Barack Obama: un anno di foto. Guarda l'album
E se il presidente fosse McCain....?

Grave disfatta per i democratici del presidente americano Barack Obama che hanno perso il seggio di senatore del Masshachusetts che fu di Ted Kennedy.
Alle elezioni ha vinto infatti il repubblicano Scott Brown con il 53% dei voti, contro la democratica Martha Coakley con il 46%, secondo dati relativi al 90% degli scrutini.
“Cercherò di essere un successore degno di Ted Kennedy”, ha detto Brown che ha sottolineato come la sua elezione sia la prova che gli americani sono contrari alla riforma della Sanità.

"La riforma farà aumentare le tasse, danneggerà l'assistenza agli anziani, eliminerà posti di lavoro e aumenterà a dismisura il nostro debito nazionale", ha detto Brown nel suo discorso di vittoria. "La gente non vuole una riforma così costosa - ha detto - Il Massachusetts ha parlato per tutta la nazione. Questo è il seggio della gente: farò solo i vostri interessi".

Il presidente Usa ha telefonato a Scott Brown per congratularsi con lui e ha espresso apprezzamento per come ha condotto la sua campagna elettorale. Obama - ha reso noto il portavoce Robert Gibbs - ha detto a Brown che intende lavorare con lui per far fronte alle sfide economiche delle famiglie del Massachusetts e delle famiglie del resto dell'America.

"Sono dispiaciuta e addolorata. La mia campagna non è stata perfetta. Ma la nostra missione continua". Così la candidata democratica Martha Coakley ha reagito alla sconfitta. La candidata sconfitta ha ringraziato "tutta la famiglia Kennedy" per il sostegno ricevuto durante la campagna elettorale per il seggio al Senato tenuto per 46 anni da Ted Kennedy. La Coakley ha ammesso di non avere condotto una campagna elettorale perfetta. "Sarò molto onesta nel valutare la mia performance - ha detto ai suoi delusi sostenitori - e sono sicura che ci saranno molte analisi su quello che è andato storto. Ma la battaglia per la riforma sanitaria è una battaglia giusta".

Con la sconfitta del Massachusetts, i democratici si ritrovano con soltanto 59 voti su 100 al Senato, al di sotto della soglia di 60 seggi necessaria per fermare l'ostruzionismo repubblicano e portare avanti le riforme, in primo luogo quella per la sanita'. Erano 30 anni che in Massachusetts non veniva eletto un repubblicano. Ted Kennedy, che e' morto l'anno scorso, era uno dei piu' decisi sostenitori della riforma sanitaria, che definiva "la causa della mia vita". Il voto appare in parte anche come un'indicazione di un calo dei consensi verso Obama, che si e' insediato alla presidenza americana esattamente un anno fa.

Guarda anche :
Il discorso di insediamento di Barack Obama
Barack Obama, l'album fotografico
Riforma Sanità, in migliaia protestano contro Obama
Riforma Sanità, il Senato fa un regalo a Obama

L'addio all'America a Ted Kennedy, "il vecchio leone"
Kennedy, tre fratelli attraverso la storia degli Stati Uniti




Obama, anniversario amaro: il seggio di Kennedy va a Brown


Leggi tutto