Haiti, ecco il primo bimbo nato nel campo israeliano

1' di lettura

E' stato chiamato Israele il piccolo dato alla luce nell'ospedale allestito dall'esercito israeliano. La mamma sta bene, il papà, invece, è disperso nel terremoto. LE IMMAGINI

L'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA TRAGEDIA

HAITI, I VIDEO PIU' SIGNIFICATIVI

I MOMENTI DOPO LA SCOSSA: IL VIDEO

TESTIMONIANZE DALL'INFERNO
. Ascolta le voci dei sopravvissuti

E' stato chiamato Israele il primo bambino nato nell'ospedale da campo che è stato allestito a Port-au-Prince dall'esercito israeliano. La madre, una donna sulla ventina, ha voluto così ringraziare i suoi soccorritori presso i quali si è presentata oggi alle tre del mattino.

Il piccolo è in buona salute. Il padre del bambino è disperso nel terremoto e gli altri tre figli della coppia vengono accuditi dai parenti.
La missione di soccorso dell'esercito israeliano è arrivata sabato. Conta 220 membri, fra cui 40 dottori e 25 infermieri. L'ospedale, con una capacita' di curare 500 ammalati, è stato montato in otto ore in un campo da calcio e ha già curato almeno 270 persone.

In questi giorni i soccorritori israeliani hanno ritrovato vivo sotto le macerie un funzionario della dogana haitiana e aiutato a salvare otto studenti rimasti sepolti all'università. La missione israeliana comprende sei membri della Zaka, un'organizzazione religiosa che compone i corpi delle vittime di attentati suicidi. Quiè  come "l'inferno", si legge in un'email del capo della squadra, Mati Goldstein - ovunque vi è l'acre odore dei cadaveri. Migliaia di corpi ovunque, dovete capire che è una situazione di vera follia... va oltre la nostra comprensione".

TUTTI I VIDEO SU HAITI



Guarda anche:
Haiti, polizia apre il fuoco contro i saccheggiatori. Un morto
Haiti, rientrati a Roma i primi 13 italiani
Terremoto Haiti, il dramma dei piccoli orfani
Storie a lieto fine dall'inferno haitiano

Terremoto Haiti, i video amatoriali finiscono in rete
Facebook si trasforma in una bacheca d'emergenza

Leggi tutto
Prossimo articolo