Yemen, fonti Sana'a: preso capo locale di Al Qaeda

Nella foto l'ambasciata Usa nello Yemen
1' di lettura

L'uomo, sospettato di essere uno degli organizzatori delle minacce agli Usa che hanno costretto alcune ambasciate occidentali a chiudere, è stato arrestato in un ospedale insieme ad altri due militanti. I tre erano stati feriti lo scorso lunedì in un raid

Le forze yemenite hanno arrestato oggi in un ospedale un presunto capo locale dell'organizzazione terroristica Al Qaeda, Mohammad Ahmed al-Hanak: lo ha annunciato una fonte della sicurezza di Sana'a. "Mohammed al-Hanak e altri due erano feriti e sono stati catturati in un ospedale ad Amran (provincia a nord di Sana'a)". Gli arrestati, ha chiarito un comunicato del Ministero degli Interni di Sana'a, sono i tre militanti di Al Qaeda feriti lunedì in un raid - in cui erano morti altri due appartenenti alla rete terroristica - che erano riusciti a fuggire e che si sospetta fossero gli organizzatori delle minacce che avevano costretto alcune ambasciate occidentali a chiudere.

Guarda anche
:
Terrorismo, Obama ammette gli errori e sfida Al Qaeda
Battaglia nello Yemen, ma l'ambasciata Usa riapre
Yemen, alta tensione. Hillary Clinton: "Minaccia globale"
Yemen, Usa e Gran Bretagna chiudono le ambasciate
Gli Stati Uniti pensano a rappresaglie contro lo Yemen
Usa, sventato attentato su un volo diretto a Detroit

Leggi tutto