Terrorismo: Olanda, body scanner per voli diretti negli Usa

1' di lettura

Il fallito attentato sul volo da Amsterdam per Detroit dello scorso 25 dicembre era stato preparato "in modo professionale" ma è stato eseguito "in maniera amatoriale": lo ha confermato il governo olandese

Il fallito attentato a Detroit: le foto

Nel corso delle prossime tre settimane l'Olanda introdurrà gli scanner corporali nell'aeroporto di Amsterdam, Schiphol, per controllare tutti i passeggeri in partenza verso gli Usa. E' quanto ha annunciato oggi il ministro olandese dell'Interno, Guusje ter Horst.

Attualmente i body scanner sono utilizzati in via sperimentale in alcuni aeroporti europei, come Heathrow a Londra e lo stesso Schiphol, ma solo per quei passeggeri che non vogliono essere perquisiti a mano.
"Abbiamo deciso di utilizzare gli scanner corporali disponibili a Schiphol per tutti i voli verso gli Usa", ha detto il ministro. Serviranno tre settimane per equipaggiare gli scanner di un software che consentira' di controllare i passeggeri senza intervento del personale: questo per evitare le critiche di voyeurismo, dal momento che gli scanner lasciano vedere i corpi nudi.
Proprio per i problemi di privacy il Parlamento europeo aveva rigettato qualche mese fa la proposta di introdurre i body scanner negli aeroporti.

Per tutti gli altri voli, inoltre, i controlli con i body scanner dovrebbero diventare ugualmente obbligatori il prima possibile. All'aeroporto di Amsterdam-Schiphol sono già presenti 15 body scanner, finora installati a scopo di test, ma non operativi viste le restrizioni sulla privacy imposte dall'Ue. Il loro utilizzo sarà a breve obbligatorio per tutti coloro che viaggiano da e per gli Stati Uniti, come prevede l'accordo stretto in queste ore dal ministro olandese della Giustizia Ernst Hirsch Ballin con il segretario per la Sicurezza interna degli Stati Uniti Janet Napolitano.

"La sicurezza dei passeggeri deve essere la prima priorita'", ha affermato Hirsch Ballin durante la conversazione telefonica con la Napolitano, ha riportato la stampa olandese. L'intenzione, però, come confermato alla stampa dei Paesi Bassi dall'agenzia anti-terrosimo olandese (Nctb) e dal ministro della Giustizia, è che tutti i passeggeri in viaggio da e per l'Olanda debbano essere sottoposti al body scanning "il prima possibile". Il rispetto della privacy sarebbe garantito tramite la scansione automatica del passeggero effettuata dalla macchina, che allerta gli addetti alla sicurezza solo se viene riscontrata una situazione sospetta.

Guarda anche: 

Gli Usa pensano a una rappresaglia nello Yemen, culla del nuovo terrorismo
Al Qaeda rivendica l'attentato di Detroit
Nuovo video di Al Qaeda contro gli Usa
Il passeggero eroe del volo: così ho bloccato l'attentatore
Fallito attentato, il terrorista già segnalato alla Cia

Leggi tutto