Frattini: "Con i terroristi non si tratta"

1' di lettura

Italiani rapiti in Mauritania, il ministro degli Esteri a SKY TG24 non ha voluto dare notizie sullo stato delle trattative, ma ha assicurato: "Tutti i canali di collegamento sono stati attivati dal giorno stesso del rapimento"

Franco Frattini, è stato ascoltato da SKY TG24 riguardo la rivendicazione di Al Qaeda del sequestro dei due cittadini italiani rapiti nel deserto della Mauritania: "Possiamo solo confermare che tutti i contatti possibili sono stati aperti sin dal giorno del rapimento. La rivendicazione al momento è sotto verifica dei nostri servizi segreti". Il ministro deve ammettere che "la rivendicazione sembrerebbe attendibile. E se l'organizzazione è veramente Al Qaeda, c'è un motivo in più per mantenere il silenzio sull'intera vicenda. Non tratteremo mai con organizzazioni terroristiche".

Guarda anche:

Al Qaeda, con un messaggio audio, rivendica il rapimento

Frattini: il silenzio stampa è la soluzione migliore
Il riserbo dei familiari di Sergio Cicala
Italiani rapiti in Mauritania, l'appello della figlia

Leggi tutto
Prossimo articolo