Clima, Clinton: i paesi emergenti non si rimangino impegni

1' di lettura

Usa pronti a a finanziarie 100 milioni di dollari per mitigare gli effetti dei gas serra. Il segretario di Stato punta il dito contro la Cina: mancanza di trasperenza

VERTICE DI COPENAGHEN: L'ALBUM FOTOGRAFICO

La disponibilità degli Usa a finanziarie 100 milioni di dollari è stata annuniciata dal segretario di Stato, Hillary Clinton che ha spiegato che il contributo si realizzerebbe nel caso "di un forte accordo" tra tutte le più importanti economie per mitigare gli effetti dei gas serra". Ma il capo della diplomazia americana ha accusato anche esplicitamente le grandi economie emergenti (in primis la Cina) di avere fatto "marcia indietro" sulla trasparenza per l'applicazione dei loro impegni in materia di lotta al cambiamento climatico.

Guarda anche:
L'appello di Sarkozy nell'intervista a Canal+
Clima, si dimette il presidente della Conferenza Onu
Clima, Al Gore: non abbiamo risolto il problema
Copenaghen, tra gli arrestati anche alcuni italiani. Le foto degli scontri
Vertice clima, Cina: "Nessun accordo possibile"

Leggi tutto