Papa: "Rabbia e vergogna per i casi di pedofilia in Irlanda"

Benedetto XVI
1' di lettura

Benedetto XVI si è detto sconvolto e angosciato dal contenuto del rapporto sugli abusi su minori compiuti da preti cattolici in Irlanda. Sarà inviata una lettera pastorale ai fedeli dell'isola

Il Papa è "sconvolto e angosciato" dal contenuto del rapporto sugli abusi su minori compiuti da preti cattolici in Irlanda e la Chiesa continuerà a seguire questa "grave questione" con la "massima attenzione" per capire come siano potuti accadere questi "vergognosi eventi". E' quanto si legge in un comunicato diffuso dalla Santa Sede al termine di un incontro del pontefice con alcuni rappresentanti della Chiesa irlandese, presenti le massime autorità della segreteria di Stato vaticano e i vertici dei dicasteri competenti.

"La Santa Sede prende molto sul serio le questioni sollevate dal Rapporto Ryan, incluse quelle che concernono i pastori delle Chiese locali che hanno in ultima istanza la responsabilità della cura pastorale dei bambini" continua il comunicato della Sala Stampa della Santa Sede, emesso, ha detto il portavoce padre Federico Lombardi, al termine dell'incontro di oggi tra Benedetto XVI e i capi della Conferenza Episcopale dell'Irlanda da lui convocati. Un testo, ha precisato Lombardi, che "il Pontefice ha letto e approvato e nel quale potete vedere il suo stile".

"Benedetto XVI intende indirizzare una lettera pastorale ai fedeli dell'Irlanda nella quale darà chiare indicazioni circa le iniziative che saranno prese per rispondere alla situazione" sostiene il comunicato diffuso oggi dalla Sala Stampa della Santa Sede "In tal modo - ha spiegato il portavoce, padre Federico Lombardi - il Papa intende dare delle indicazioni concrete e non solo esprimere il rammarico, per dare una risposta a una situazione drammatica". Ancora, ha aggiunto il gesuita, "data l'urgenza del problema, pure se non esiste ancora una data per la pubblicazione del documento, i tempi non saranno lunghi".

Leggi tutto