Oslo, Obama ritira il premio Nobel per la Pace. LA DIRETTA

1' di lettura

Il presidente americano in Norvegia per ritirare il Nobel che riceve proprio pochi giorni dopo avere annunciato l'invio di altri 30 mila soldati in Afghanistan. L'attacco di Castro: è debole e cieco. GUARDA LA CERIMONIA IN DIRETTA

Quando fu svegliato nel cuore della notte a ottobre con la notizia che gli era stato conferito il Nobel per la Pace lo stesso Barack Obama rimase stupefatto. Lo ha ammesso lui per primo poche ore dopo spiegando di sentire di non meritare quell'onore ma che lo accettava come "chiamata ad agire" e a proseguire sulla strada iniziata appena nove mesi prima.

Oggi a Oslo il presidente americano affronterà uno dei discorsi più spinosi della sua carriera, quello con cui riceverà il premio che ha sollevato fortissime polemiche e che arriva nelle stesse ore in cui dalla Nord Carolina i primi rinforzi della nuova strategia militare americana si preparano a partire per l'Afghanistan.

Il conferimento del Nobel giunge infatti a una settimana dall'annuncio della Casa Bianca dell'invio di altri 30 mila uomini a Kabul. Una decisione accolta con favore dagli americani nei sondaggi ma che fa ritenere alla stragrande maggioranza dei concittadini di Obama che il premio sia "immeritato".  Appena il 26% degli americani ritiene infatti che la scelta del comitato del Nobel sia stata giusta, una cifra che crolla all'8% se si considerano le risposte dei soli repubblicani. 

Arriva oggi anche la critica da parte del lider maximo Fidel Castro. "Debole e cieco" nell'affrontare le oligarchie che frenano la lotta al riscaldamento del pianeta. Queste le parole padre della rivoluzione cubana.

"Obama non è un ignorante. E' cosciente come lo era Al Gore (ex vice presidente Usa e oggi icona ambientalista) del grave pericolo che ci minaccia tutti - ha scritto Castro in un commento pubblicato ieri sul sito d'informazione Cubadebate - ma esita e si mostra debole nell'affrontare l'oligarchia irresponsabile e cieca degli Stati Uniti". Secondo l'ex presidente cubano, Obama "dovrà adottare delle misure (per la lotta al cambiamento climatico) senza preoccuparsi del Congresso". Ma se anche a Copenaghen si raggiungesse un accordo, "questo vertice sarà stato un modesto progresso", ha affermato Castro, mettendo in guardia le nazioni ricche contro la tentazione di far pesare sui paesi poveri la responsabilità della riduzione dei gas serra. 


Con il conferimento del Nobel per la Pace, da oggi il nome di Barack Obama si aggiungerà alla lista che include tra gli altri Nelson Mandela, Michail Gorbacev, Aung San Suu Kyi e Martin Luther King.

Il riconoscimento a Obama è il primo in oltre 90 anni consegnato a un presidente americano in carica. 

BARACK OBAMA. L'ALBUM FOTOGRAFICO
PREMIO NOBEL PER LA PACE: GUARDA LA FOTOGALLERY


Guarda anche:  

Obama arriva a Oslo. IL VIDEO
A Barack Obama il Nobel per la Pace 2009
Obama: 30mila soldati in più per vincere in Afghanistan
Afghanistan, la nuova strategia Usa piace a Mc Chrystal
Nobel per la Pace, una storia lunga più di un secolo

Leggi tutto