Anarchici e universitari incendiano la Grecia

1' di lettura

Guerriglia urbana ad Atene e in altre città nell'anniversario della morte di uno studente ucciso dalla polizia. Fermate 350 persone tra cui cinque italiani. GUARDA LA FOTOGALLERY

Ancora scontri nella notte ad Atene e in tutta la Grecia. L'anniversario dell'uccisione dello studente quindicenne Alexandros Grigoropoulos continua ad incendiare la penisola ellenica. Decine di feriti e contusi, soprattutto tra gli agenti, e trecentocinquanta fermi ad Atene, Salonicco, Patrasso, Rodi, Creta e Ioannina, sono il bilancio di ieri . La stampa pur rilevando che "le cause dell'insurrezione del dicembre 2008 non sono state rimosse", appare tuttavia concorde nel ritenere che gli incidenti sono meno gravi di quanto si poteva temere. Oggi saranno processati per direttissima i cinque anarchici italiani, quattro uomini e una donna, fermati sabato ad Atene e accusati di violenza contro pubblico ufficiale e di aver partecipato alla distruzione di auto della polizia. Rischiano due anni e mezzo di carcere.

Leggi tutto