Obama: 30mila soldati in più per vincere in Afghanistan

1' di lettura

Dall'accademia militare più famosa del mondo, Barack Obama, annuncia l'inizio dell'escalation afghana con l'invio di nuovi uomini tra le montagne del Paese asiatico. Frattini precisa: disimpegno entro e non oltre il 2013

Il presidente Obama ha annunciato che manderà 30.000 soldati in più in Afghanistan entro la prossima estate, ma anche che comincerà il ritiro delle truppe dal luglio 2011. Con un discorso dinanzi ai giovani cadetti dell'Accademia Militare di West Point, molti dei quali partiranno per il fronte nei prossimi mesi, il presidente americano ha cercato di preparare il Paese al nuovo duro impegno e anche alle altre vittime che la sua nuova strategia è destinata a provocare. Ma ha anche detto, per la prima volta, che le truppe americane cominceranno a rientrare tra 19 mesi.

Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha ribadito che l'Italia farà la sua parte in Afghanistan. A margine di un forum Italo-russo, a Roma, Frattini non ha quantificato il numero dei soldati e ha anche aggiunto come "il 2013 sia l'obiettivo massimo e non l'obiettivo minimo" per il "graduale disimpegno. Ci sarà graduale ritiro via via che l'Afghanistan sarà in grado di garantire la sua sicurezza. E questo non potra' avvenire in un tempo lungo".


GUARDA ANCHE:

Buongiorno: l'annuncio di Obama è una scommessa

Afghanistan, Frattini: 2013 limite per il disimpegno

La Nato segue Obama: altri 5mila soldati

Leggi tutto