Honduras: primi dati, vince il conservatore Porfirio Lobo

Il candidato conservatore Porfirio Lobo
1' di lettura

Prime elezioni dopo la deposizione del presidente Manuel Zelaya. Il liberale Santos ha ammesso la sconfitta, ma non tutti gli stati americani sono disposti a riconoscere il risultato elettorale.

Il conservatore Porfirio  Lobo ha vinto le elezioni presidenziali in Honduras, secondo i primi  dati diffusi dal Tribunale Supremo elettorale (Tse). Il candidato del  Partido Nacional ha ottenuto il 52, 3% contro il 35,8 % del suo  principale avversario, il liberale Elvin Santos, che ha gia' ammesso  la sconfitta. Lobo si e' rivolto al Paese, profondamente diviso da  quando a fine giugno e' stato deposto il presidente Manuel Zelaya,  annunciando di voler avviare un "dialogo nazionale".

I dati diffusi riguardano 1,7 milioni di voti, su un totale di  4,6 milioni, riferisce il Tse, aggiungendo che l'affluenza alle urne  e' stata del 61,3%. Il voto giunge dopo mesi di fortissima tensione  politica, con il presidente deposto Zelaya che aveva esortato i suoi  sostenitori al boicottaggio. Costretto dai militari a lasciare  l'Honduras il 28 giugno, Zelaya vi e' tornato clandestinamente a fine  settembre e si e' rifugiato nell'ambasciata brasiliana. Zelaya  considera le attuali elezioni illegali dato che si sono svolte sotto  il governo del presidente di fatto Roberto Micheletti.

Nel continente americano, solo Stati Uniti e Panama hanno  annunciato che avrebbero riconosciuto il risultato elettorale. Il  Messico si e' riservato di giudicare lo svolgimento della  consultazione e tutti gli altri paesi hanno dichiarato di non voler  riconoscere il risultato del voto.

Leggi anche:

Honduras, si è dimesso il governo golpista
Honduras, scontri tra militari e dimostranti: un morto
Honduras, Zelaya sfida i golpisti e varca la frontiera

L'America isola l'Honduras
Colpo di Stato in Honduras, Zelaya deposto dai militari

Leggi tutto