Benedetto XVI: "Anche Gesù fu un bambino immigrato"

1' di lettura

La 96esima Giornata del migrante e del rifugiato, che sarà celebrata il 17 gennaio 2010, sarà incentrata sul tema dei minorenni. Il Pontefice ne ha parlato in un messaggio, additando come esempio il Cristo, che bambino fu esule in Egitto

Sembrerebbe un'ingerenza nella vita politica italiana, divisa sul tema immigrazione, eppure il messaggio di Benedetto XVI ha un respiro universale, perché tragicamente universale è il problema di coloro che sono costretti a lasciare il proprio paese. Il testo ratzingeriano è stato scritto in occasione della 96esima Giornata del migrante e del rifugiato che, fissata al 17 gennaio 2010, sarà incentrata sul delicato tema "I migranti e i rifugiati minorenni". Ha, in primo luogo, ricordato che "Gesù stesso da bambino ha vissuto l'esperienza del migrante perché, come narra il Vangelo, per sfuggire alle minacce di Erode dovette rifugiarsi in Egitto insieme a Giuseppe e Maria ". Il pontefice ha dovuto poi rilevare con preoccupazione che "se la Convenzione dei Diritti del Bambino afferma con chiarezza che va sempre salvaguardato l'interesse del minore (cfr art. 3), al quale vanno riconosciuti i diritti fondamentali della persona al pari dell'adulto, purtroppo nella realtà questo non sempre avviene. Infatti, mentre cresce nell'opinione pubblica la consapevolezza della necessità di un'azione puntuale e incisiva a protezione dei minori, di fatto tanti sono lasciati in abbandono e, in vari modi, si ritrovano a rischio di sfruttamento".

Leggi tutto
Prossimo articolo