11 settembre, gli sms della tragedia

Il sito Wikileads ha pubblicato gli sms inviati dalle persone rimaste intrappolate nell'attacco alle Twin Tower
1' di lettura

Il sito Wikileads, specializzato nella pubblicazione di notizia riservate, pubblica gli ultimi messaggi inviati dalle persone coinvolte nell’attacco alle torri gemelle del 2001

La tragedia dell'11 settembre rivissuta attraverso 573mila SMS diffusi il giorno degli attacchi su New York e Washington. A diffonderli è il sito americano specializzato nella pubblicazione di notizia riservate, Wikileads, tra le 3 di questa mattina (ora di New York) e la stessa ora di domani.

Per rendere ancora di più l'idea di ciò che accadde, i messaggi verranno diffusi 'live', ossia alla stessa ora in cui vennero inviati quell'11 settembre 2001. Il primo venne registrato quel giorno alle 3 del mattino, cinque ore prima del primo attacco, l'ultimo, che uscirà alle 3 del mattino di domani, fu inviato alle 3 del mattino del 12 settembre. A mandare i messaggi sono perlopiù funzionari pubblici: molti sono gli scambi tra i dipendenti del Pentagono e tra i poliziotti di New York e diverse le segnalazioni di problemi informatici. L'archivio - si legge sul sito - rappresenta un documento oggettivo di quel giorno. "Speriamo che possa contribuire ad una più puntuale comprensione di questo evento e delle sue tragiche conseguenze"..

Nella presentazione dell'iniziativa i promotori danno un'anticipazione di alcuni dei messaggi più significativi: "Per favore non lasciate l'edificio: una delle Torri è appena collassata!", "Possibile esplosione nell'edificio. Mobilitazione a livello 3". Si tratta, sottolinea il sito, di comunicazioni fino ad ora coperte da segreto o comunque inaccessibili al pubblico WikiLeaks, nato nel 2006, è un sito web che si propone di promuovere la libertà di informazione su temi sensibili, siano essi collegati alle politiche dei governi, delle compagnie private, delle confessioni religiose. "Vi aiutiamo a far emergere la verità in sicurezza", recita lo slogan del sito, che assicura l'anonimato a coloro che mettono online materiale sensibile.

Ecco alcuni dei messaggi:

- ”Per favore non lasciate l’edificio: una delle Torri è appena collassata!

- “Possibile esplosione nell’edificio. Mobilitazione a livello 3

- “WTC è stato colpito da un aereo e da una bomba.”

- “Sono ancora nel mio ufficio, non ho un posto in cui andare … Questa è la fine del mondo, così come lo conosciamo”

Leggi tutto