Usa, Philip Morris condannata a un risarcimento colossale

1' di lettura

Il gigante internazionale del tabacco dovrà pagare 300 milioni di dollari a un'ex fumatrice statunitense, che ha intentato causa dopo essersi ammalata di enfisema polmonare ed essere finita su una sedia a rotelle

La 61enne Cindy Naugle, ex tabagista statunitense, a causa del fumo si è ammalata di enfisema polmonare e ha avuto la sventura di finire su una sedia a rotelle. Determinata a essere risarcita, ha intentato causa alla Philip Morris, ottenendo un risarcimento di 300 milioni di dollari. Cindy, ormai incapace di muoversi sulle proprie gambe, aveva contatatto uno studio di avvocati, promuovendo una difficile azione legale, che si è concretata nell'esborso da parte della Philip Morris di 244 milioni di risarcimento per danni materiali e di 56 milioni per il pagamento di spese mediche passate e future.

Leggi tutto