Nomine Ue, Berlusconi: accordo ancora lontanissimo

1' di lettura

Consiglio europeo straordinario dei capi di Stato dei 27 paesi membri da cui dovrebbero uscire il nome del futuro Presidente stabile dell'Unione e dell'Alto rappresentante per la politica estera. Per il posto è in corsa Massimo D'Alema

Un accordo è ancora lontanissimo, diceva ieri Silvio Berlusconi che nel tardo pomeriggio arriverà a Bruxelles per il Consiglio straordinario dei capi di stato dei 27 paesi membri. Da qui dovrebbero uscire i nomi del futuro Presidente stabile dell'Unione e dell'Alto rappresentante per la politica estera, le due poltrone più ambite nella nuova Europa. Dal Benelux arrivano i 3 candidati forti alla presidenza. Ad insidiare Massimo D'Alema il ministro degli Esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos, la commissaria europea al commercio, la britannica Catherine Ashton.

Leggi tutto
Prossimo articolo