Ue, tramonta la candidatura di Massimo D'Alema

Massimo D'Alema e Giuliano Amato
1' di lettura

I capi di Stato e di governo aderenti al Pse si sono trovati d'accordo "all'unanimità" sulla nomina dell'attuale commissario europeo al Commercio, Catherine Ashton, alla carica di Alto rappresentante per la politica estera dell'Ue

I leader del Pse hanno indicato la commissaria britannica al Commercio Catherine Ashton come Altro rappresentante per la politica estera dell'Unione e Herman Van Rompuy come presidente permanente del Consiglio. In base agli accordi tra 'famiglie' politiche, infatti, l'Alto rappresentante spetta ai socialisti, mentre il presidente Ue ai popolari. Con la nomina di Ashton è tramontata l'ipotesi di Massimo D'Alema in quella posizione. La scelta della commissaria, che 'soddisfa' le aspirazioni britanniche e il criterio delle 'quote rosa'. Massimo D'Alema ha così commentato. "Faccio i migliori auguri alle  persone che sono state nominate. E' stato un onore essere stato candidato per un incarico così prestigioso in un momento così importante per l'Europa".

GUARDA ANCHE:

Ashton e Van Rompuy, chi sono?

 

Leggi tutto
Prossimo articolo