11 settembre. Holder: chiederemo la pena di morte

1' di lettura

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama punta alla pena di morte per i cinque terroristi accusati degli attacchi contro le Torri Gemelle e il Pentagono. Lo ha indicato oggi a Washington il ministro della Giustizia Usa Eric Holder

I cinque uomini accusati per gli attentati dell'11 settembre saranno trasferiti dal carcere militare Usa di Guantanamo a New York per essere processati da un tribunale civile.
Lo hanno reso noto oggi fonti dell'amministrazione Obama a Washington.

Annunciando che i terroristi (tra cui il 'cervello' Sheikh Khaled Mohammed), tutti e cinque incarcerati a Guantanamo verranno processati "da una giuria imparziale" a Manhattan, a pochi isolati da Ground Zero, il ministro della Giustizia Eric Holder ha indicato che per questo tipo di delitto gli Usa prevedono la pena di morte: "Spero che i procuratori chiederanno la pena di morte".

I cinque presunti autori degli attacchi del 2001 contro gli Stati Uniti Khalid Sheikh Mohammed, sono stati finora giudicati da commissioni militari speciali per i sospetti di terrorismo detenuti a Guantanamo. Tuttavia, l'amministrazione Obama si è impegnata a chiudere il carcere a Cuba e a trasferire alcuni casi a tribunali di diritto comune negli Stati Uniti.
La decisione dovrebbe essere annunciata ufficialmente in giornata dal dipartimento di giustizia.
I cinque rischiano la pena di morte per aver pianificato gli attentati dell'11 settembre.

Guarda anche
:
Guantanamo, il Congresso approva processi sul suolo Usa
Obama: "Guantanamo ci ha indebolito, va chiusa"

11 settembre, Obama: "Non indeboliremo mai la lotta ad Al Qaeda
Ground Zero 8 anni dopo: ricostruire e ricordare. LE FOTO
I 102 minuti che sconvolsero il mondo: IL VIDEO

Leggi tutto