Fao, la fame nel mondo colpisce oltre 1miliardo di persone

1' di lettura

Il direttore generale Jacques Diouf: servono 44 miliardi l'anno, senza interventi rischio di nuova crisi alimentare. A qualche giorno dal vertice Fao a Roma Diouf lancia una petizione on line: un miliardo di click per sconfiggere la fame

Il direttore generale della Fao, Jacques Diouf, oggi a Roma ha annunciato una petizione su scala mondiale per protestare contro le cifre scandalose della fame nel mondo che ha ormai oltrepassato la soglia di 1 miliardo di persone, per l'esattezza come già annunciato quest'anno, 1,02 miliardi, una persona su sei al mondo.

Serviranno per nutrire la popolazione mondiale 44 miliardi di dollari in aiuti all'agricoltura, comparati con la cifra attuale di 7,9 miliardi, per aumentare l'accesso ai sistemi di irrigazione, alle attrezzature moderne, ai semi e ai fertilizzanti, e per costruire strade e ferrovie.

La Fao spera che il Summit mondiale sulla sicurezza alimentare, con la presenza di circa 60 paesi a Roma da lunedì prossimo, appoggi la nuova strategia per combattere la fame concentrandosi su maggiori investimenti per lo sviluppo agricolo per i paesi poveri. Secondo la Fao, la produzione alimentare globale dovrà aumentare del 70% per nutrire la popolazione mondiale del 2050, calcolata in 9,1 miliardi di persone.

E per esprimere il proprio dissenso su una situazione che conta oltre un miliardo di affamati nel mondo il direttore generale della Fao Jaques Diouf, durante la  conferenza stampa di presentazione del vertice mondiale sulla sicurezza alimentare che si terrà a Roma dal 16 al 18 novembre ha annunciato una iniziativa on line.

Si tratta di una petizione. L'indirizzo web è 1billionhungry.com e nella home page Diouf conta fino a sei, l'intervallo di tempo in cui secondo le stime delle Nazioni Unite muore un bambino del pianeta, per lo più di fame e delle malattie ad essa correlate.

"L'obiettivo è quello di raggiungere un miliardo di clic" - ha spiegato il direttore generale della Fao - che corrisponde al miliardo di affamati del pianeta. Clic che serviranno come spinta di azione per i governi per sradicare la piaga della fame. Che non è un'utopia ma un obiettivo che oggi possiamo raggiungere".

Diouf, dicendosi convinto che la petizione sarà firmata da oltre un miliardo di cittadini globali, ha auspicato che il summit "risvegli le coscienze e dia strumenti concreti per sconfiggere la fame che derivino da volontà e responsabilità politiche chiare e determinate".

Leggi tutto
Prossimo articolo