Strage Fort Hood, Obama rimanda il viaggio in Giappone

1' di lettura

Il presidente americano ha dedicato il suo discorso settimanale al massacro e parteciperà alla cerimonia di commemorazione delle vittime. Intanto le indagini dell'Fbi proseguono su due diversi filoni

Proseguono su due filoni le indagini dell'Fbi sul massacro di Fort Hood. Secondo il primo, all'origine della strage ci sarebbe il disagio psichico ma non è esclusa neppure l'ipotesi del neoterrorismo islamico. Intanto Barack Obama ha dedicato il suo discorso settimanale alla strage di Fort Hood, ha posticipato di un giorno il suo viaggio in Giappone e parteciperà alla cerimonia di commemorazione delle vittime del massacro. E mentre è ancora sotto choc, l'America si confronta con un'altra aggressione. A Orlando, in Texas, un ispanico è tornato nell'ufficio dal quale è stato licenziato e ha sparato sugli ex colleghi. Sfiorata la strage, anche se un uomo è stato uccsio e sei persone sono rimaste ferite.

Leggi tutto