D'Alema fermato dal patto di Varsavia

1' di lettura

"Il passato di D'alema nel Pci potrebbe rappresentare un problema per i paesi dell'Est". Queste le parole dell'ambasciatore della Polonia. Un nuovo ostacolo alla candidatura di Massimo D'Alema a rappresentante della politica estera della Ue

Per Massimo D'Alema il blocco arriva dall'est. A frenare la corsa verso la poltrona di Alto rappresentante della Politica estera dell'Unione Europea per uno dei leader più influenti della sinistra italiana, non è Silvio Berlusconi, ma, ironia della sorte, i paesi del patto di Varsavia, gli alleati di un tempo. A parlare è stato l'ambasciatore della Polonia presso l'Ue, Jan Tombisky, secondo cui la storia di D'Alema nel Pci sarebbe un problema per quegli Stati che del comunismo si considerano vittime.

Leggi tutto
Prossimo articolo