Il viaggio di pace di Hillary in terra santa

1' di lettura

La segretario di stato americana è volata in Palestina per tentare di rilanciare il processo di pace. La stessa ex first lady ha ammesso la grave difficoltà di questa sua missione

Il segretario di stato americano Hillary Clinton è arrivato in Israele per cercare di rilanciare il processo di pace tra israeliani e palestinesi, bloccati da oltre un anno. Il segretario di stato americano ha in agenda colloqui in serata con il suo omologo israeliano Avigdor Lieberman, il ministro della Difesa Ehud Barak e il primo ministro Benjamin Netanyahu. Prima del suo arrivo, un alto diplomatico del Dipartimento di Stato ha riconosciuto che la situazione in Medio Oriente attraversa un "periodo difficile"; pur sottolineando che "nessuna parte ha chiuso la porta" a una ripresa dei negoziati di pace."Siamo in una posizione migliore rispetto a nove mesi", ha dichiarato il diplomatico a giornalisti che viaggiano al seguito di Clinton, in riferimento all'ultima offensiva militare israeliana contro la striscia di Gaza.

Leggi tutto