Caso Polanski, la Svizzera: no alla libertà su cauzione

1' di lettura

L'ufficio federale di giustizia svizzero ha respinto la seconda richiesta di rilascio su cauzione presentata dal regista

Nuovo rifiuto della giustizia elvetica alla richiesta di liberazione avanzata dai legali del regista franco-polacco. Roman Polanski, 76 anni, resta dietro le sbarre perché secondo i giudici svizzeri il pericolo di una sua fuga all'estero rimane elevato. Non si fidano ma il portavoce del ministero della Giustizia elvetico, Folco Galli ha voluto precisare che la proposta di cauzione presentata dai legali del regista non ha potuto venir accettata perché non costituita da denaro in contante.

Leggi tutto