D'Alema in corsa per gli Esteri dell'Ue

1' di lettura

Indicato dai leader progressisti europei. " Grato al governo". Bruxelles negozierà alla conferenza sul clima di Copenaghen un pacchetto di aiuti internazionali ai Paesi più poveri

Massimo d'Alema ringrazia il governo italiano. L'ex presidente del Consiglio, indicato dai leader progressisti europei tra i candidati per la carica a ministro degli Esteri europeo, si è dichiarato "onorato" e si è detto anche "grato" per la dichiarazione di Palazzo Chigi secondo la quale l' Italia sosterrà il candidato italiano. "Ho appreso - ha detto D'Alema - che i leader progressisti hanno raggiunto un accordo sul fatto che il responsabile della politica estera europea e vicepresidente della Commissione sarà espressione del Partito socialista europeo e dei progressisti democratici. Mi hanno indicato tra i possibili candidati. Non mi sono candidato a nulla, la notizia mi è giunta da Bruxelles e io ne prendo atto". "Sono onorato - ha proseguito D'Alema - di questo fatto. Intato la Ue ha deciso che negozierà alla conferenza sul clima di Copenaghen un pacchetto di aiuti internazionali ai Paesi più poveri. E' questo l'accordo di compromesso sul pacchetto finanziario sul clima che è stato raggiunto al vertice dell'Unione europea di Bruxelles.

Leggi tutto