Nucleare, Iran: "Noi pronti a collaborare"

1' di lettura

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha detto oggi che la Repubblica islamica è pronta allo scambio di combustibile nucleare e alla cooperazione con l'Occidente

Apertura di Teheran verso l'Occidente. Mahmoud Ahmadinejad, durante un discorso pronunciato a Mashhad, nell'Iran nord-orientale, e trasmesso dalla televisione di Stato, ha dichiarato oggi che l'Iran dà il via libera allo scambio dell'uranio e che è pronto a collaborare con l'Occidente sulla questione nucleare.
"Accogliamo favorevolmente lo scambio di combustibile, la cooperazione nucleare, la costruzione di reattori e di centrali nucleari. Siamo pronti alla cooperazione", ha affermato il presidente.

Ahmadinejad, ribadendo che Teheran non arretrerà di "uno iota" dai suoi diritti nucleari, ha dunque sottolineato che la fornitura di combustibile nucleare per un reattore di ricerca è un'opportunità per l'Iran di valutare "l'onestà" delle potenze mondiali e dell'Agenzia internazionale per l'energia nucleare (Aiea).

Per oggi è attesa a Vienna la risposta definitiva di Teheran sulla bozza di accordo proposta da Russia, Stati Uniti e Francia, sotto l'egida dell'Aiea, per il trasferimento di una parte del suo uranio da arricchire in un paese terzo. L'Iran aveva fatto sapere che avrebbe accettato l'intesa solo con "modifiche sostanziali" del documento. Un accordo tra Teheran e i paesi occidentali sul programma nucleare iraniano è considerato cruciale per appianare le tensioni emerse a seguito dei timori sul presunto tentativo iraniano di dotarsi dell'arma nucleare.

Leggi tutto
Prossimo articolo