Detroit, leader islamico ucciso in un raid

1' di lettura

In uno scontro a fuoco il 53enne Luqman Ameen Abdullah, ritenuto capo di un gruppo musulmano radicale, è stato mortalmente colpito. Arrestati anche una decina di militanti, che avrebbero avuto l'intenzione di commettere atti terroristici

Un leader islamico radicale è stato ucciso dall'Fbi, nel corso di uno scontro a fuoco, a Detroit, mentre una decina di militanti sono stati arrestati in un raid. Il leader radicale, Luqman Ameen Abdullah, 53 anni, è stato colpito dopo avere rifiutato di consegnarsi agli agenti e avere iniziato a sparare contro di loro. Le autorità locali e l'Fbi sostengono che Abdullah e i 10 arrestati, esponenti di un gruppo armato, avevano l'intenzione di commettere una serie di azioni terroristiche.

Leggi tutto