Scientology condannata a Parigi

1' di lettura

Il tribunale di Parigi ha condannato per truffa la Chiesa di Scientology e il responsabile francese della setta. Ma i problemi del movimento non finiscono qui. Sono sempre di più, infatti, le defezioni fra i vip

La Francia continua a non digerire Scientology. Lo dimostra la sentenza del tribunale di Parigi, che condanna la setta e uno dei suoi principali dirigenti, Alain Rosenberg, al pagamento di un'ammenda e a due anni di reclusione. L'accusa nei loro confronti, è quella di aver truffato gli adepti approfittando della loro vulnerabilità ed estorcendogli decine di migliaia di euro. I giudici, però, lasceranno proseguire le attività della setta, che oltralpe non è considerata una religione, perché, si legge fra le motivazioni, "L'interdizione a esercitare rischiava di generare illegalità".

Leggi tutto